Scarica documento

PRESENTAZIONE

 

Questo documento vuole offrire a tutte le famiglie la possibilità di conoscere i passaggi centrali della vita scolastica del proprio figlio.

In esso sono sintetizzate le scelte educative ed organizzative che caratterizzano la nostra proposta didattica.

La nostra scuola dell’infanzia è costituita da 2 sezioni ognuna caratterizzata da un animale diverso e dotata di servizi igienici indipendenti.

Vi sono, inoltre aule e spazi interni ed esterni pensati ed organizzati per rispondere ai bisogni e ai tempi dei bambini che li vivono quotidianamente.

 
IL RECAPITO TELEFONICO DELLA NOSTRA SCUOLA
è: 0185 – 770404 telefono e fax
 
IL NOSTRO SITO
 
IL NOSTRO INDIRIZZO DI POSTA ELETTRONICA
è: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
 
La Dirigente Scolastica – dott.ssa Maria Martina Cassissa – riceve ogni lunedì dalle ore 9.00 alle ore 11.00 oppure su appuntamento che può essere richiesto sia in forma scritta , sia telefonicamente.
 
Gli orari della Segreteria per il ricevimento del pubblico sono i seguenti:
dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 10.30
 

 Breve Storia dell’Asilo

 
L’ASILO – ora SCUOLA MATERNA UMBERTO I° - è stato fondato nel 1873 da una “Commissione Promotrice” di cittadini di Camogli. Il Consiglio Comunale concesse l’utilizzo del piano terreno del Palazzo Comunale ed un sussidio annuale di lire 500.
 
  • 1874 : i bambini frequentanti superano il centinaio e nel 1882 saranno 180.
 
  • 1875 : viene costituito in Ente Morale con Decreto del Re Vittorio Emanuele II.
           La gestione dell’ASILO è affidata alle Suore della Misericordia che resteranno
           fino al 1979. 
L’ASILO è sorretto dalle quote annuali dei Soci e dalla grande generosità dei Camogliesi documentata dalle lapidi marmoree e dagli atti di archivio
.
  • 1894 : viene introdotto nell’ASILO il metodo educativo del pedagogista Friedrich Frobel.
 
  • 1920 : viene acquistato l’edificio di Corso Mazzini per la somma di lire 55.000 con un contributo del Comune di lire 32.500.
 
  • 1927 : viene deciso l’ampliamento con la costruzione dell’edificio di levante. I lavori terminano nel 1931.
 
  • 1978 : l’ASILO è compreso, con Decreto del Presidente della Repubblica, nell’elenco delle I.P.A.B. da escludere dal trasferimento ai Comuni in quanto svolgono in modo precipuo attività educativa-religiosa.1979 : termina l’attività didattica delle Suore “N.S. della Misericordia”
 
  • 2001 : all’ASILO – con Decreto della G.R. n° 926 del 07/08/2001 – viene riconosciuta la personalità giuridica di diritto privato con modifica della natura istituzionale da pubblica a privata.
 
  • 2001 : con Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 26/11/2001 alla “Scuola Materna – Asilo Umberto I°” viene riconosciuta la parità scolastica a partire dall’anno scolastico 2001/2002.
 
  • 2006 : viene istituita a partire dall’a.s.2007-2008, con autorizzazione ministeriale,una “sezione Primavera” per bambini dai 2 ai 3 anni di età.
 
  • 2014 : viene istituita a partire dal febbraio 2014 una sezione-nido per bambini da 1 a 2.


  • 2015 : apertura e inaugurazione piazzola “Belvedere Ing. Giuseppe Passalacqua” 
 
 
All’inizio del terzo millenio, l’ASILO UMBERTO I°, Ente più antico a Camogli, è sempre al servizio delle famiglie di Camogli e rimane dinamico e flessibile per poter rispondere anche oggi alle esigenze delle famiglie e del bambino
 
Alla base di questa nostra filosofia è di dare un senso di appartenenza al gruppo rafforzando nel contempo la fiducia in sé stessi e verso gli altri. E’ fondamentale anche un rapporto di fiducia con le famiglie: nostro compito è incoraggiare il coinvolgimento dei genitori nella programmazione e nella vita dell’ASILO, e di sviluppare con loro un rapporto di continuità.
 
 
 FINALITA' DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA
(rif. Legge n°53/2003,D.L.vo n°59/2004, C.M. N° 84/2005 )

La scuola dell’infanzia, di durata triennale, concorre all’educazione e allo sviluppo affettivo, psicomotorio, cognitivo, morale, religioso e sociale delle bambine e dei bambini promuovendone le potenzialità di relazione, autonomia, creatività, apprendimento, e ad assicurare un’effettiva eguaglianza delle opportunità educative; nel rispetto della primaria responsabilità educativa dei genitori, essa contribuisce alla formazione integrale delle bambine e dei bambini e, nella sua autonomia e unitarietà didattica e pedagogica, realizza la continuità educativa con il complesso dei servizi all'infanzia e con la scuola primaria.

 

    Intesa Formativa

 La scuola si impegna

nei confronti delle famiglie:

  • ad elaborare una programmazione che risponda ai bisogni specifici dei bambini dai 2 ai 6 anni
  • a favorire lo sviluppo e la crescita di adeguate relazioni sociali dei bambini con i coetanei e con gli adulti
  • ad offrire al bambino un ambiente sereno ed adeguato alle sue esigenze
  • a favorire l'accoglienza ,la condivisione e la crescita di ogni singola personalita'
  • a far conoscere ai genitori dei bambini nuovi iscritti gli ambienti e gli spazi scolastici
  • ad indire assemblee periodiche per verificare il percorso educativo
  •  a rendersi disponibile per colloqui individuali   
nei  confronti dei bambini :
  • ad organizzare un ambiente-sezione adeguato ai bambini che vi sono inseriti
  • ad organizzare spazi esterni alla sezione che offrano ai bambini la possibilità di fare esperienze diverse , e che favoriscono la socializzazione con i bambini delle altre sezioni
  • a promuovere “proposte” che portino il bambino a “ fare esperienze piacevoli” per favorire lo sviluppo integrale della sua personalita'
  • a favorire l'autonomia personale
  • ad abituare il bambino al rispetto delle regole ,alla condivisione e alla cooperazione.
La scuola richiede alle famiglie:
  • la condivisione della metodologia e dell'impostazione educativa
  • la partecipazione agli incontri organizzati nell' anno scolastico
  • la partecipazione alle iniziative promosse dalla scuola
  • la fornitura dei materiali e del corredo richiesti ai bambini
  • il rispetto degli orari d'ingresso e di uscita
  • la segnalazione di eventuali stati di malattia e di particolari situazioni che possono creare disagi al bambino ed alla collettivita' 

 

PROFILO STRUTTURALE

 
L’edificio in cui si svolge l’attività è situato in Salita Don Ansaldo 17 ed è accessibile anche da C.so Mazzini .
L’edificio, articolato su tre piani, ospita al piano terra un’ampia aula attualmente ospitante la sezione primavera, due ampi ingressi, due sale mensa, la cucina ed i servizi igienici; al primo piano due aule ospitanti la sezione gialla e quella verde entrambe della scuola dell’infanzia, la segreteria, l’infermeria, i servizi igienici dei bambini e quelli del personale , lo spogliatoio per il personale, un aula-magazzino, un ripostiglio e un locale attrezzato con fotocopiatrice e computer; al secondo piano, dotato di un ampio terrazzo esterno, l’aula della sezione blu con adiacente i servizi igienici, un grande salone utilizzato per varie attività sportive ludiche e culturali con relativi servizi igienici e un bagno per il personale.
Nella parte anteriore c’è un ampio cortile attrezzato per le attività esterne.
 

ORGANIGRAMMA DELLA SCUOLA

 
La nostra scuola svolge un servizio pubblico senza finalità di lucro, a vantaggio di tutti i bambini provenienti da tutti i ceti, senza discriminazione.
 
Giuridicamente l’asilo è un’associazione iscritta con il n° 316 al Registro Regionale delle Persone Giuridiche di Diritto Privato, e prevede :
 
  • Il Presidente che è il Rappresentante Legale della associazione e resta in carica per 5 anni
  • Il Consiglio di Amministrazione formato dal Presidente + n.8 Consiglieri in carica per 5 anni
Inoltre lo staff gestionale prevede:
  • La Direttrice
  • Gli Addetti alla segreteria e tesoreria
Il Personale che opera all’ASILO UMBERTO I° è composto da:
  • n. 4 Maestre diplomate e una maestra laureata (part-time)
  • n. 1 Cuoca abilitata
  • n. 1 Addette alla pulizia
Sono pure presenti, a titolo di volontariato, n. 2 Docenti, con incarico di: insegnante religione cattolica e insegnante lingua inglese.
 

Alimentazione e mensa

 
La dieta e la preparazione quotidiana dei cibi è molto curata usando ingredienti freschi, naturali e di stagione. Il menù è particolarmente vario ed equilibrato per soddisfare le esigenze nutrizionali dei bambini.

Ogni mattina il menù è esposto all’ingresso per la conoscenza dei genitori. Le maestre registrano in una scheda le quantità di cibo mangiato dal bambino e le mamme possono controllare per il proprio bambino.

I bambini pranzano ogni giorno alle 12.00 e mangiano la merenda alle 15,45.

Per temporanee indisposizioni, il pasto in bianco deve essere richiesto alle insegnanti al momento dell'ingresso del bambino a scuola per un massimo di due giorni.

Le diete per motivi di salute quali allergie,intolleranze , ecc.,vanno richieste presentando alla Segreteria il certificato medico.

Le regole a mensa.   Anche il pranzo è un momento educativo.

Queste le regole che vengono adottate in mensa:

  • si raggiunge il proprio posto a tavola senza correre, ci si siede in maniera composta, non si dondola sulle sedie.
  • si accettano i piatti con i cibi che vengono proposti. Se una pietanza non è particolarmente gradita, questa viene almeno assaggiata. Per avviare i bambini ad una educazione alimentare bilanciata e corretta, per il benessere del loro corpo, è di basilare importanza educarli all'assaggio per insegnare loro a conoscere nuovi gusti e nuove pietanze.
  • si usano correttamente le posate
  • non si gioca con i bicchieri e con l'acqua, né tanto meno con il cibo.
  • durante il pranzo tutti i bambini possono chiacchierare tra loro, ma non devono urlare. Un ambiente conviviale e tranquillo permette di consumare il pasto in modo armonico.
  

Partecipazione e Riunioni

La funzione delle riunioni è di promuovere la partecipazione da parte di tutte le persone coinvolte nell’educazione dei bambini.

Collegio dei Docenti

Le maestre, la Direttrice e i docenti si riuniscono ogni mese nel contesto formale per la programmazione didattica di tutti i progetti , recite e varie feste ; per la verifica continua delle metodologia e didattica; per la sistemazione degli arredi, delle aule e materiale didattico. Vengono vagliate anche attività per il coinvolgimento dei genitori. 

Consiglio di intersezione

E' composto dalla Direttrice, dalle insegnanti e da un rappresentante dei genitori per ogni  classe.
Ha il  compito di formulare al collegio dei docenti ed agli organismi gestionali della scuola proposte in ordine all’azione educativa e didattica e con iniziative finalizzate all’ampliamento dell’offerta formativa.Si riunisce almeno una volta all'anno.

Assemblea dei genitori

Questa assemblea si svolge una volta l’anno,nel mese di ottobre.
La riunione serve per spiegare ed  approvare la programmazione didattica e per concordare le varie attività routinarie e programmate.

Colloqui individuali

 
A gennaio e alla fine dell’anno scolastico ci sono i colloqui individuali tra la maestra di sezione e i genitori.  Questi colloqui servono a mostrare ai genitori il progresso del bambino.

Oltre a questi appuntamenti programmati ci sono i momenti  di scambi  informali all’entrata ed all’uscita con le maestre. Questi incontri aiutano a creare una atmosfera familiare.

Le Risorse e gli Spazi 

L’attività scolastica si svolge in modo dinamico usando gli spazi delle aule,del refettorio,del salone teatrale e del cortile alberato. Le pareti delle aule sono dipinte  con colori adatti ai bambini. L’intenzione è quella di proporre un asilo come ambiente multifunzionale dove bambini e maestre giocano,interagiscono,mangiano,riposano e vivono la loro intera giornata . L’attenzione si è concentrata al trattamento delle superfici, dove tutto il progetto ruota intorno al bambino e i colori sono studiati e usati per la sua curiosità e al suo modo di percepire la realtà che lo circonda.

I bambini mangiano nel refettorio i pasti cucinati giornalmente in loco con cibo fresco e di stagione.

Le gite sono organizzate per i bambini  circa una volta al mese. La collaborazione di negozi,organizzazioni  ed enti culturali con l’asilo è notevole. Di anno in anno la programmazione può includere visite al museo marinaro,la biblioteca,la Chiesa; la disponibilita' dei commercianti permette di far conoscere ai bambini  come si produce il gelato, come si fa la pizza o la pasta fresca. 

Importante e'  la collaborazione con il WWF ed i Vigili Urbani.

Collaboreremo con i negozi della passeggiata mare per la festa di Halloween e con l'Associazione S.Fortunato per la Sagra del Pesce.

Nell'ambito del progetto continuita' si articolano specifiche attivita' finalizzate a favorire il passaggio dalla scuola dell'infanzia alla scuola primaria.

Gli spazi delle aule sono ampi e luminosi con angoli per inglese, costruzioni con materiale di recupero,angoli per la lettura e per attività in piccoli gruppi.

Nelle aule c’è spazio per l’espressione con pitture,manipolazione di pasta e sale,la creta ed il das  o di fare carte pesta. Nella sala grande o teatrino c’è l’accoglienza ogni mattina con musica di sottofondo,giochi di gruppo,musica e psicomotricità.

 Professionalità dei Docenti
I corsi di aggiornamento della FISM sono obbligatori. E’ importantissimo un forte investimento nella formazione professionale delle maestre per garantire il successo dell’insegnamento nella sua globalità del periodo prescolastico. Una maggiore professionalità aiuterà le maestre ad acquisire competenza,impegno,scrupolosità e costanza nello svolgimento quotidiano del loro lavoro. 

Inserimento ed Accoglienza 

Il periodo di inserimento è molto delicato ed importante per i bambini, per le famiglie e le maestre.

Per i bambini al secondo o terzo anno è un periodo per ritornare a questa piacevole microsocietà,

rivedere gli amici,e riprendere il rapporto con le maestre.

I nuovi piccoli alunni sono accolti in uno spazio riservato per loro durante questo periodo. In questo

ambiente hanno i loro primi incontri  con le maestre, con i nuovi amici e qui hanno il loro primo distacco dalla mamma. Questo periodo è diverso per ogni bambino e noi, nel contesto delle nostre procedure siamo molto flessibili per poter rispettare le esigenze di ogni bambino L'inserimento dei bambini nuovi con un orario inizialmente ridotto per almeno due settimane è consigliato. La presenza della mamma per tempi brevi spesso aiuta i bambini restii al distacco. Noi consigliamo le mamme di osservare il comportamento del bambino a casa per risolvere eventuali problemi con le maestre. I primi tempi sono dedicati ai giochi, canzoni, filastrocche per facilitare l'’appartenenza al gruppo. Il nostro primo impegno sarà quello di conoscere i bambini uno per uno, il loro piacere, le loro diverse capacità, le loro paure, i loro sentimenti e pian -piano costruiamo un rapporto con le loro famiglie.

Per ogni bambino dovremo individuare le varie capacità (espressive e comunicative, intuitive, emotive sociali e motorie) ed i loro atteggiamenti.  Su queste osservazioni costruiremo per ognuno gli obiettivi personali.

L’accoglienza quotidianamente avviene dalle 08.00 alle 09.30 con un sottofondo di musica varia con vari giochi e piccoli gruppi al seguito dei racconti della maestra. L’importanza di questo periodo è di rafforzare l’appartenenza al gruppo.

Abbiamo sintetizzato in quattro punti gli obiettivi che l’ASILO UMBERTO I° si propone di raggiungere per la formazione dei bambini. Essi sono :

 

1 – Portare il bambino ad una forma di educazione che lo porti all’imparare,all’osservare,al pensare,al riflettere. Al comprendere e al parlare in un contesto privo di schemi rigidi e precostituiti che ostacolino la sua innata e spontanea curiosità per tutte le cose che lo circondano;

2 – Nostro intento sarà quello di mirare ad uno sviluppo delle funzione logiche del bambino su motivazioni determinate dagli interessi-bisogni di ciascuno di loro fondando le basi sul “principio del fare e chiarito dal dire”;

3 – Aiutare il bambino a scoprire e capire meglio la realtà che lo circonda attraverso la sua azione ragionata;

4 – Condurre il bambino ad un passaggio graduale da una fase di egocentrismo alla socialità per imparare ad agire,collaborare e fare con gli altri.

  

La Valutazione e la Documentazione

La valutazione è un processo continuo ed è effettuata in modi vari durante il corso dell’anno. Le maestre operano autoverifica per analizzare il loro approccio, il benessere dei bambini all’asilo. Con la direttrice  valutano il percorso formativo,le tecniche scelte e gli obiettivi raggiunti. L’esperienza totale del bambino è valutata dalle maestre ed i genitori insieme alla fine dell’anno.

La documentazione all’asilo è molto importante per tutti i coinvolti nella educazione del bambino. Per vedere la crescita ed i cambiamenti durante gli anni all’asilo,nel “dossier personale” ci sono le informazioni specifiche. L’esperienza  educativa è dimostrata con foto e mostre. La storia dell’asilo è documentata negli archivi.

Le Attività ed i Progetti

La progettazione di ogni anno viene impostata dai docenti con la direttrice .

 Gli orientamenti della Scuola Materna del 1991 costituiscono “base-guida”, così come il rapporto curato dall’UNESCO (1996) sull’educazione pluridimensionale basata su “imparare a conoscere”,”imparare a fare”,”imparare a vivere insieme” e “imparare ad essere”.

Le attività svolte rispettano i temi essenziali del valore della famiglia e del rispetto dei valori nei diversi gruppi culturali etnici e religiosi.

La programmazione educativa e didattica di ciascuna sezione fa riferimento ai criteri generali della scuola dell'infanzia.

La programmazione si sviluppera' in itinere tenendo conto dei bisogni ,degli interessi,degli stili cognitivi e di apprendimento ,dei ritmi e dei tempi dei bambini di ogni sezione ,rilevati attraverso l'osservazione.

Nelle varie sezioni saranno utilizzate modalita' simili di approccio alle attivita' ,alla scoperta, all'esplorazione ,alla ricerca dei materiali e delle situazioni,ai contenuti ,che si differenziano poi nello sviluppo del percorso in base a quanto emergera' dai bambini.

All’interno della vita scolastica c’è l’opportunità per i bambini di conquistare l’autonomia, di sviluppare un senso di responsabilità, di dimostrare il rispetto delle regole, di introdurre l’importante concetto di amicizia e perdono risolvendo inoltre i problemi con parole o altri modi non violenti.

Tante di queste opportunità vengono svolte nelle attività ricorrenti.

Abbiamo già parlato del periodo dell’accoglienza e le varie opportunità per l’autonomia. La cura quotidiana, l’igiene e la positiva presentazione di sé sono molto importanti e le maestre colgono varie opportunità per parlarne. Il pranzo offre l’opportunità del buon comportamento a tavola e rispetto dei cibi.

Qualche altro esempio sono gli spazi organizzati per le costruzioni con materiale di recupero introducendo l’insegnamento a non sprecare; travestimenti e giochi simbolici permettono ai bambini di assumere ruoli diversi.

Psicomotricità e movimenti hanno lo scopo di aiutare a creare un’immagine positiva di sé ma anche di imparare l’importanza di esercizi per la vita.

Religione

Lo scopo originale dell’asilo fu l’educazione religiosa dei bambini e questa educazione rimane una priorità, La religione cattolica è insegnata e serve anche da tramite per la conoscenza di altri gruppi etnici e religioni. I bambini stanno insieme senza pensare che i loro compagni sono diversi. Da adulti vivranno insieme con tolleranza.

Progetto Continuità

Per i bambini nell’ultimo anno è stato formulato un percorso di attività in accordo con le loro future maestre ,per la prescrittura , i numeri ed i disegni sugli “insiemi”. Durante l’anno sono previste attivita' e incontri volti a favorire il passaggio alla scuola primaria; poi in maggio visiteranno la scuola e la loro futura classe.

Nell'ambito del PROGETTO CONTINUITA' svolto in collaborazione con la Psicologa consulente del Servizio Sociale Minori del Comune di Camogli ,Dott.ssa Alessandra Rossi,  anche per chi durante il percorso della scuola infanzia si trasferisce ad altra scuola .e' nostra prassi  , inviare una scheda di presentazione del minore , cosi' come vviene al termine del percorso per l'inserimento nella Scuola Primaria .

Educazione Ambientale ed Educazione Civica

 

Prendersi cura delle cose,dei giochi dell’asilo,della proprietà pubblica,rispettare se stessi,gli altri,gli esseri viventi e la natura sono lezioni giornaliere. Inoltre,l’alta presenza di bambini stranieri arricchisce la vita dell’asilo ed è uno stimolo per elaborare interessanti percorsi per l’educazione interculturale. Nel laboratorio della natura i bambini possono scoprire ed osservare i piccoli insetti,fare indagini,formulare ipotesi.

Musica

 

La  musica aiuta i bambini all’ascolto, ad esprimere i pensieri e le emozioni. Ogni giorno i bambini cantano, si muovono a ritmo e suoni diversi, ascoltano musica varia e nei laboratori costruiscono anche i loro strumenti ritmici.  Settimanalmente è presente una musicista che accompagna al pianoforte i canti dei bambini.

Laboratorio Atelier e Progetto Cucina

 
Questi progetti danno ai bambini la possibilità di lavorare con le mani, sviluppando la loro creatività e fantasia arricchendoli con nuovi modi di espressione e comunicazione. 

Inglese

Le attività sono strutturate per rendere divertente l’apprendimento dell’inglese. Il primo approccio avviene in modo ludico con canzoni e movimenti. Si imparano parole di saluto e cortesia, le parti del corpo, i colori, i numeri, gli animali ed i loro versi.

Computer

Nell’era tecnologica in cui viviamo, ci è parso importante sfruttare questa opportunità come supporto allo sviluppo delle capacità esplorative, investigative e creative che i bambini in questa fase di crescita possiedono già.
Riteniamo che l’utilizzo del computer sia un aiuto valido al conseguimento dei nostri programmi in quanto completa ed affina la crescita di ciascun bambino sul piano creativo ed associativo. I bambini in questa fase di età sperimentano maggiormente le loro capacità di socializzazione possono contribuire a farlo anche mediante l’utilizzo, in piccoli gruppi, del computer. Questo approccio permette loro di confrontarsi,sviluppare le proprie capacità creative, fare progetti di gioco anche autonomamente dagli adulti.   I nostri criteri di scelta di software sono:
Appropriato per l’età del bambino: i software offrono realistiche aspettative per i bambini. I temi sono interessanti e coinvolgono i bambini in modo attivo e non solo con domande e risposte.
Fatto per dare il controllo al bambino: il bambino è il protagonista che inizia e decide le sequenze degli eventi anziché fare le cose che hanno solo una risposta giusta.
Facile da comprendere per i bambini: per i nostri bambini,che non sanno ancora leggere,le istruzioni sono verbali o illustrate.
Facile da usare da soli: il software adatto ai bambini deve funzionare fluidamente con un minimo di supervisione da parte degli adulti.
 
Come i blocchi,le pitture e le crete, i computer aggiungono un beneficio nelle nostre classi. Qui i bambini hanno la libertà di esplorare ed investigare questo mezzo in un ambiente che li incoraggia.

Natura

La scoperta della natura è il tema trainante: soprattutto i bambini esplorano le caratteristiche e le abitudini degli insetti e delle altre piccole creature. Le piante, gli alberi e le foglie saranno osservate, toccate e classificate. Il giardinaggio è una parte fondamentale di questa attività.
 
 
 

GIORNATA TIPO
 

  •       7:30-9 accoglienza
  •       9-9:30 gioco libero
  •       9:30-10:30 attivita' didattiche
  •      10:30-11:30 giochi guidati
  •      11:30-12 preparazione pranzo e prima uscita
  •      12-13:30 pranzo
  •      13:30-14 gioco libero e seconda uscita
  •      14-15 attivita' pomeridiane
  •      15-15:15 preparazione merenda
  •      15:15-15:45 merenda
  •      15:45-17 gioco libero e ultima uscita
 
 CALENDARIO SCOLASTICO ED ORARI 

Il calendario scolastico regionale per l’A.S. 2015 – 2016 è il seguente:

 

  • 2° Novembre 2015  -  festa stabilita a livello regionale
  •  8 Dicembre 2015  -  festività dell’Immacolata Concezione
  • Da 23 Dicembre 2015 al 6 gennaio 2016 (COMPRESI)  -  vacanze di Natale
  • 4 Marzo 2016 - sospensione attività didattica (gita sulla neve)
  • Da 24 Marzo al 28 Marzo 2016 (COMPRESI) – vacanze di Pasqua
  • 25 aprile 2016  -  anniversario della Liberazione
  • 2 giugno 2016 – sospensione attività scolastica e festa della Repubblica
  • CHIUSURA 28 GIUGNO 2016